Perchè conviene acquistare i cellulari cinesi

2 cellulari cinesi

Se una volta si trovavano solo online, oggi è sempre più frequente imbattersi in cellulari cinesi anche nei negozi fisici: ma è davvero conveniente acquistarli? Sono degli articoli elettronici affidabili? La risposta è certamente sì: in Cina infatti vengono prodotti molti dispositivi davvero buoni, che non hanno nulla da invidiare a quelli dei marchi più blasonati del mercato.

Stiamo parlando degli smartphone cinesi di Xiaomi, Meizu, Gionee, IUNI, Oppo: le marche possono essere poco note al consumatore medio occidentale, ma questi telefoni dall’ottimo rapporto qualità-prezzo sono un acquisto allettante. Partiamo proprio dal costo, uno dei loro più grandi vantaggi: molti dei marchi cinesi che sono stati sviluppati nel corso degli ultimi anni offrono telefoni con grandi prestazioni a prezzi competitivi, che possono arrivare tranquillamente fino un costo inferiore del 40-45% rispetto alla media.

Ed è da sfatare la convinzione che ai loro costi bassi corrispondano caratteristiche e prestazioni inferiori: le componenti utilizzate non sono differenti da quelle dei competitor più noti. Sempre maggiore attenzione è data alla risoluzione dello schermo e alla fotocamera, perchè possano rispondere al meglio alle esigenze degli utenti, sempre più attenti a questi fattori.

Oltre ai componenti e agli hardware validi, negli ultimi tempi anche il design si è fatto più raffinato e ricercato: i telefoni cinesi non possono più essere accusati di essere semplici imitazioni, ma ogni marchio sta cercando di sviluppare uno stile unico e originale, gradevole e riconoscibile per il consumatore. Basta quindi con i cellulari-cloni, copie estetiche di marchi registrati che differiscono solo per l’aspetto hardware, ma veri e propri cellulari creati ad hoc per l’utenza.

Inoltre, molti di questi smartphone cinesi del 2015 sono dual sim, un evidente vantaggio per chi cerca un unico smartphone in cui si possano dividere i contatti, ad esempio quelli privati da quelli di lavoro.

In conclusione, gli smartphone cinesi di marchi emergenti come Meizu, Gionee, IUNI, Xiaomi e Oppo sono delle valide alternative alle proposte di fascia medio-bassa dei più noti produttori e probabilmente nel tempo riusciranno a conquistarsi una buona fetta di mercato anche nella società occidentale.

No Responses

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *