Come stappare le orecchie: metodi utili

Sai come stappare le orecchie quando sono tappate? Si tratta di un fastidio non raro, sfortunatamente, che colpisce tantissime persone. Proprio per questo motivo, quindi, è utile sapere cosa fare e come comportarsi in questi casi, così da non andare a peggiorare la situazione.

E’ doveroso sottolineare che le orecchie devono essere pulite con regolarità, al fine di evitare infezioni o un fastidiosissimo accumulo di cerume, anche noto come tappo. Tuttavia, è bene dire anche che non è solo il cerume che può tappare le nostre orecchie. Moltissimi sono, infatti, i fattori che possono andare a infastidire il nostro condotto uditivo. Anche acqua, catarro, altitudine, cambi repentini di pressione (ad esempio in aereo) possono portare ad avere le orecchie tappate. I metodi per far fronte a questa situazione sono differenti: il primo, quello universale, è provvedere a una corretta igiene del cavo uditivo, in modo da prevenire il deposito quantomeno del cerume.

Come stappare le orecchie prodotti e metodi naturali

come stappare le orecchie

La prima cosa da fare è pulire le orecchie. Si deve procedere con attenzione e con quelli che sono gli strumenti giusti. Solo in questo modo, infatti, sarà possibile andare a pulire in profondità e senza arrecare i danni all’orecchio.  Attenzione però, perché inserendo oggetti non adeguati si potrebbe finanche perforare il timpano. Se si riesce a provvedere in maniera costante alla pulizia delle orecchie, allora la probabilità di avere dei tappi cala drasticamente.

Al fine di stappare le orecchie dal cerume in farmacia sono disponibili diversi prodotti. Nella maggior parte dei casi si tratta di siringhe o confezioni spray che permettono di procedere a liberare le orecchie intasate. Molto utili anche dei liquidi che devono essere diluiti con acqua ossigenata e che hanno effetti benefici sul tappo di cerume. Se si decide di utilizzare uno spray apposito, sarà molto semplice utilizzarlo.

Basta, infatti, avvicinare il foro all’orecchio e fare pressione sulla pompetta. Lo stesso vale, naturalmente, anche per le siringhe che, sostanzialmente vanno utilizzate nel medesimo modo: vengono riempite con delle soluzioni di acqua e acqua ossigenata o soluzioni saline. Sono senza ago e dotate di un beccuccio che entra perfettamente nel cavo uditivo. Al loro interno, sono contenute delle sostanze che servono proprio per andare a sciogliere il tappo di cerume che crea l’intoppo nel proprio canale uditivo. In questo modo, il problema verrà aggirato. Si consiglia di utilizzare questi rimedi con costanza e non solo in casi estremi, così da rendere meno probabile la formazione di un tappo difficile da rimuovere. Se, invece, si preferisce il fai da te per stappare le orecchie, allora servono una serie di utili consigli da seguire.

Come stappare le orecchie senza appositi prodotti

stappare le orecchie senza prodotti

Se non si desidera ricorrere all’utilizzo di appositi prodotti, si deve utilizzare dell’acqua ossigenata concentrata al 3 o 4% o una soluzione salina fisiologica concentrata allo 0,9%. Per immettere il liquido nelle orecchie, si dovrà utilizzare una siringa priva di ago che dovrà essere riempita. Dopo di ciò, sarà sufficiente inclinare il capo all’indietro ma stando attenti a rivolgere l’orecchio verso l’alto.

Si deve inserire la siringa e spruzzare il composto al suo interno. In questo modo, si andrà pian piano a sciogliere la barriera di cerume che si è formata nell’orecchio e che non permette di sentire bene, ma solo suoni ovattati.
Nel caso in cui si tratti, invece, di acqua, si deve prima provare a inclinare il capo da un lato, esercitando una piccola pressione sul dotto uditivo. Se, invece, questo non funziona, è importante sbadigliare o masticare perché, facendo questi movimenti, si va ad agire direttamente sull’orecchio medio che, in questo modo, si va a decongestionare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *