Home / Linee guida Salute / Farmaci antidepressivi, funzionano davvero?
farmaci antidepressivi funzionano davvero

Farmaci antidepressivi, funzionano davvero?

Farmaci antidepressivi, funzionano davvero? E quando è necessario prenderli?

I farmaci antidepressivi costituiscono quella categoria particolare di farmaci basata sulla modifica delle quantità delle sostanze chimiche che agiscono sul cervello, vale a dire i neurotrasmettitori.

Gli antidepressivi agiscono particolarmente sulla serotonina, sulla noradrenalina, parzialmente sulla dopamina. Queste sostanze chimiche sono coinvolte in maniera importante nella regolazione dell’umore. Quindi, se vogliamo che il nostro umore sia migliore, possiamo provare ad assumere i cosiddetti antidepressivi.

Ma è così semplice? In verità no; la realtà è molto più complessa, come in tutte le cose, o quasi. Intanto diciamo che la depressione è un concetto che si presta a mille interpretazioni. E’ depresso quello che sta un po’ giù come umore, quello che non riesce a combinare nulla, quello che fa male le cose, quello che dorme tutto il giorno, quello che viene rimproverato, e così via.

Farmaci antidepressivi: utilizziamo troppe medicine?

Farmaci antidepressivi utilizziamo troppe medicine

Se prendessimo la medicina ogni qualvolta ricadiamo in una di queste condizioni, staremmo freschi. Il problema è capire bene quando da una condizione umorale più o meno momentanea, si passa a una più frequente e di maggiore intensità. Laddove l’intensità e la permanenza del tempo di questa condizione siano tali da destare preoccupazione, ecco che abbiamo bisogno di interventi più decisi per il nostro corpo e per la nostra mente.

È evidente che quando cominciamo ad avere il sentore che qualcosa non funzioni a dovere, che la condizione di umore grigio o di depressione cominci a incidere in maniera importante sulla qualità della nostra vita, è bene affidarsi a un buon medico. Magari cominciamo prima col nostro medico di famiglia, per poi indirizzarci, se del caso, verso uno specialista, possibilmente un neurologo o uno psicologo.

E anche qui, non dobbiamo pensare che si risolva tutto in qualche giorno, posto che lo stato di vera e propria depressione esista veramente. In realtà i metodi per cercare di risolvere questo problema sono diversi, e possono essere molto efficaci. C’è un metodo molto diretto, funzionale e funzionante in molti casi; ma dipende essenzialmente dalla soggettività di una persona, dal suo carattere, dalla sua dose di ottimismo e dal proprio pragmatismo: avere fiducia in se stessi, non deprimendosi ulteriormente, cercando soluzioni di vita e lavorative che ci facciano vivere una vita più tranquilla. È possibile che in questa maniera, se siamo decisi nelle nostre scelte, si risolvano molti problemi.

Farmaci antidepressivi funzionano davvero?

farmaci antidepressivi funzionano davvero

Ma non siamo tutti uguali. Ci sono quelle persone che non riescono a risolvere questi problemi con la forza di volontà, col carattere; e allora bisogna agire diversamente. Un approccio corretto è quello di fare sport, se possibile molto sport. L’attività fisica è un coadiuvante di formidabile importanza nell’approccio curativo verso la depressione.

Il movimento, specialmente se a un certo livello, serve per la produzione di serotonina, che è appunto quella sostanza fondamentale nel meccanismo di regolazione dell’umore. Se nemmeno questo è sufficiente, allora l’approccio clinico in senso stretto diviene molto consigliabile. Ecco che allora, in caso di forte depressione, di attacchi di panico, di claustrofobia e quant’altro, bisogna che i problemi li affrontiamo proprio con gli antidepressivi.

Solitamente le cure sono abbastanza lunghe, dell’ordine almeno di mesi ma questi farmaci in generale, previo consulto col medico, si rivelano efficaci. Basta non abusarne ovviamente, attenendosi strettamente alle quantità e alle dosi prescritte di volta involta dal medico. Di solito sono approcci progressivi: si parte da dosi molto piccole, per poi arrivare col tempo alla dose di mantenimento.

Se poi riusciamo ad associare alla terapia farmacologica, anche quella fisico-sportiva, probabilmente avremo fatto la cosa migliore. Le nostre possibilità di guarigione aumenteranno in maniera importante. L’importante è non abusare, e cercare di evitare l’assuefazione a questi farmaci.

Diversamente, possiamo provare anche con i rimedi naturali. In commercio esistono un’infinità di prodotti naturali, specialmente nelle erboristerie, che possono produrre dei buoni risultati. Anche questo, se non amiamo i farmaci classici, può essere un approccio corretto e valido.

About Redazione

Redazione di llow.it portale informativo ricco di guide e consigli pratici per cercare di risolvere ogni tipo di problema, ma anche per piccole curiosità.

Leggi anche

Come si chiamano le dita dei piedi

Come si chiamano le dita dei piedi?

Come si chiamano le dita dei piedi e perché le nostre estremità sono così importanti. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *