Acido lattico ecco come si forma nei muscoli

A tutti noi, dopo uno sforzo improvviso o dopo una sessione in palestra con il corpo ben poco allenato, sarà capitato di avvertire un dolore abbastanza forte ai muscoli.

Per fortuna, nella maggior parte dei casi, non si tratta di strappi o peggio ancora fratture ma “solo” di acido lattico.

Di cosa si tratta?

L’acido lattico è un composto tossico prodotto dall’attività anaerobica dei muscoli. 

In particolare, in condizioni normali nei muscoli l’organismo sfrutta il glucosio che, in presenza di ossigeno, viene trasformato in energia, acqua e anidride carbonica.

Quando però la richiesta di energia aumenta, l’ossigeno fornito dalla respirazione è insufficiente, alcuni processi metabolici si riducono, si produce meno energia e soprattutto si accumula idrogeno.

E, “per fortuna” aggiungiamo noi, si forma l’acido lattico, un composto acido che ha proprio lo scopo di eliminare l’idrogeno, consentire ai muscoli di proseguire il loro lavoro e fornire ulteriore energia.

I sintomi da presenza di “acido lattico“, quando si fa attività fisica, non vanno però confusi con i D.O.M.S. (Delayed Onset Muscle Soreness), i cui effetti diventano evidenti tra le 8-10 ore a seguito dell’esercizio fisico, raggiungendo il picco tra le 24 e le 48-72 ore.

Di Redazione

Redazione di llow.it portale informativo ricco di guide e consigli pratici per cercare di risolvere ogni tipo di problema, ma anche per piccole curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *