Cose lo SPID

Oggigiorno, per operare in rete in modo sicuro e per certificare la propria identità in modo univoco, soprattutto quando si ha a che fare con la pubblica amministrazione ma anche quando semplicemente si vuole fare l’iscrizione ad un concorso, è richiesto il possesso dello SPID.

Ma di cosa si tratta?

SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un’unica Identità Digitale.

Questa identità digitale è costituita da credenziali, nome utente e password, che vengono rilasciate all’utente e che permettono l’accesso a tutti i servizi online.

Richiederlo è semplice e bastano poche cose: un documento di identità valido, la tessera sanitaria, un indirizzo e-mail e il numero di telefono del cellulare che normalmente si utilizza.

L’unica parte forse più “difficoltosa” è il riconoscimento, l’ultimo passaggio, in cui il provider scelto riconosce l’utente. Si può fare di persona, oppure attraverso webcam, con un lettore di smart card da collegare al computer o con la “firma digitale”. 

Sono diversi gli identity provider che offrono l’identità digitale, e tra i più noti ci sono Aruba, Infocert, Intesa, Namirial, Poste, Register, Sielte, Tim o Lepida.

Di Redazione

Redazione di llow.it portale informativo ricco di guide e consigli pratici per cercare di risolvere ogni tipo di problema, ma anche per piccole curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *